Accedi    Registrazione
Notizie dalla Valtiberina
sabato 1 novembre 2014
     

E' nata una Sezione locale Italia Nostra con sede a Sestino

16/02/2011 10.50.00

Tema: POLITICA

Argomento:

Visto: 435 volte

Valtiberina - Non è più un sogno remoto, ma una fresca realtà

Italia Nostra a Sestino non è più un sogno remoto, ma una fresca realtà, entusiasta e orgogliosa di poter contribuire a dare voce alla storia, all’ambiente e alla tradizione di un piccolo lembo di confine dal passato glorioso, dal presente anonimo e dal futuro incerto. Nei giorni scorsi, infatti, il Direttivo Nazionale Italia Nostra ha deliberato la costituzione della locale Sezione di Sestino, che opererà nell’ambito dei comuni di Sestino, Badia Tedalda e Casteldelci.

La Sezione Italia Nostra di Sestino, sostenuta con determinazione ed entusiasmo dalla scrittrice di fama internazionale Silvia Di Natale, che ha scelto come suo buen retiro il piccolo borgo sestinate di San Donato, è presieduta dal giovane Gabriele Cevasco, che sarà affiancato dal vice Marco Renzi. Parlano tedesco le cariche di segretario e tesoriere, ricoperte rispettivamente da Barbara Regensberger e Sonja Sanguinette. Oltre alla Di Natale, cui è stata conferita una delega speciale allo sviluppo e alla promozione di iniziative editoriali, completano il Consiglio Direttivo Luciano Crescentini ed Ezio Angelini.

Italia Nostra è, come noto a tutti, una gloriosa ‘istituzione’ del nostro Paese rispetto ai temi riguardanti la salvaguardia e la valorizzazione del patrimonio storico-artistico, naturale ed ambientale: la sua presenza in comuni piccoli e periferici come Sestino, Badia Tedalda e Casteldelci rappresenta un’opportunità unica di rafforzamento dell’identità locale e di sfruttamento delle potenzialità di cui essi sono ricchi.

Molti sono gli impegni che la locale Sezione si troverà ad affrontare: dalla valorizzazione delle diffuse testimonianze di cultura popolare e religiosa (edicole votive, chiese, antichi borghi, vecchie costruzioni) al ripristino di sentieri abbandonati e in degrado, dalla salvaguardia della natura e dell’ambiente da interventi lesivi della loro integrità (progetto di impianto eolico a Casteldelci) allo studio di soluzioni tese a favorire uno sviluppo eco-sostenibile, sino ad arrivare alla definizione di un progetto turistico integrato che si poggi sulle eccellenze storico-naturalistiche presenti nel territorio di riferimento: il Parco Naturale del Sasso Simone e Simoncello, il Parco Faunistico di Ranco Spinoso, l’Antiquarium nazionale e l’Istituto Interregionale di Studi e Ricerche sulla Civiltà Appenninica e a Sestino, la Riserva Naturale dell’Alpe della Luna e l’Abbazia monumentale di San Michele a Badia Tedalda, dove evidente è l’impronta di Luca della Robbia, e la Casa-Museo a Casteldelci.

In questa prospettiva, la Sezione Italia Nostra di Sestino, oltre a promuovere e sostenere queste azioni riconducibili alla tutela, conservazione e valorizzazione dei beni culturali, dell’ambiente, del paesaggio rurale e naturale e della qualità della vita, in collaborazione con le Istituzioni preposte e con i cittadini, si impegnerà a promuovere e adottare ogni altra iniziativa tesa a coinvolgere e sensibilizzare i cittadini, soprattutto giovani e anziani, rispetto a tematiche fondamentali per la definizione di un modello di sviluppo solidale ed eco-sostenibile.

La Sezione Italia Nostra di Sestino

Condividi la notizia!

I commenti dei lettori

Fai Login al sito: click qui

Non sei ancora registrato? fai click qui

Inserisci il tuo commento (max 5000 caratteri):



*

 

Segnala l'articolo ad un amico

Il tuo nome
 
La tua email
   
Nome dell'amico
 
Email dell'amico
   
Inserisci un messaggio per il tuo amico (facoltativo):

*
(*) Contro un uso improprio, l'uso di questo servizio e' monitorizzato.

 

Annunci Immobiliari Lavoro Auto Moto Valtiberina

 
  Privacy - Copyright Euromedia Communications P.IVA 02487440543