Città di Castello - Politica - 13 giugno 2018

Andrea Lignani Marchesani (FD’I) “il PD è alla frutta: delirante comunicato contro un’inizativa legittima e democratica”

 

Il PD pensi ad amministrare la Città visto che questo gli è stato temporaneamente concesso. Scagliarsi contro un'iniziativa legittima e democratica denota, intolleranza, nervosismo un'isteria che fa dubitare sulle possibilità di poter gestire con raziocinio la Comunità tifernate. A firmare infatti è il Segretario comunale del partito di maggioranza cittadino non uno qualsiasi, certamente un soggetto dalla memoria corta visto che dimentica di aver condiviso con i partiti che insulta alleanze e programmi in un passato non troppo lontano. Certamente il convegno ha un punto di vista originale e di parte sul '68 ed è giusto che nella ricorrenza del mezzo secolo si possa dare un contributo fuori dal pensiero unico. Inoltre relatore del convegno è un magistrato che non potrebbe neppure intervenire a iniziative politiche. Non aver messo direttamente nomi è stato solo per fugare qualsivoglia dubbio sulla terzietà della manifestazione, non certo per nasconderci; certamente  gli amici Mancini e Paladino il sottoscritto, pur ricoprendo cariche istituzionali, hanno voluto dare un contributo organizzativo ed espletato le pratiche per il patrocinio che bene ha fatto l'Amministrazione comunale a concedere. Il PD dovrebbe invece ricordare come alcune volte, esercitando in maniera distorta il potere concessogli dai cittadini, abbia utilizzato le sale del Circolo in iniziative esclusivamente di Partito violando una tradizione secolare dell'Accademia degli Illuminati di cui mi pregio essere socio. E' comunque assai probabile che lo squallore ideologico del comunicato nasconda una resa dei conti interna alla maggioranza o addirittura al partito.

Intollerante, razzista e antidemocratico è evidentemente chi ha vergato simili scemenze.

Andrea Lignani Marchesani

»Iscriviti alla nostra newsletter!«