Città di Castello - Curiosità - 5 febbraio 2019

In ape fino al Giappone, passando per Città di Castello

Ha fatto tappa a Città di Castello, dove lo attendevano i parenti della famiglia Mearelli, Jean Jacque Clarasso, 59enne francese di origini italiane, impegnato nel bizzarro guiness di raggiungere il Giappone con un Ape Piaggio e di farlo in concomitanza con l’apertura dei mondiali di rugby, sport di cui è un grande appassionato. Nella sua lunga marcia verso il Sol Levante, sta incontrando personalità istituzionali, sensibili all’implicito messagio di fraternità, amore per lo sport e di spirito italiano di Clarasso, che a Città di Castello è stato salutato dall’assessore al Turismo e Commercio Riccardo Carletti e dal vescovo diocesano mons. Domenico Cancian. “Guardiamo a questa avventura che il nostro lontano concittadino sta vivendo perché è comunque un mezzo di promozione del territorio, in un paese lontano che tuttavia non è estraneo al nostro tessuto culturale” commenta l’assessore Carletti, ricordando “la visita del figlio dell’imperatore, la mostra di ex libris presso la Tipografia Grifani Donati, la mostra di kymoni, tanto per citare i maggiori punti di contatto tra le nostre due culture. L’Ape di Clarasso è un modo per non interrompere questo filo” ha concluso augurando “all’ospite francese di cogliere il suo traguardo e di farlo in nome di un mondo senza frontiere”.

CDCNOT/19/02/05/COMINLINEA/36/SSC

»Iscriviti alla nostra newsletter!«