Sansepolcro - Politica - 8 novembre 2018

Lega, Forza Italia e Fratelli d’Italia: a Sansepolcro il Sindaco Cornioli entra in guerra con commercianti e artigiani

L’Amministrazione si dimostra di nuovo incapace di dialogare, di sostenere le attività produttive, ma ben capace di infliggere tributi mai applicati prima I commercianti e gli artigiani di Sansepolcro non hanno di certo avuto buone notizie da parte dell’amministrazione, che già di per se ha fatto ben poco per il tessuto economico locale.
Già vessati da tante tasse e burocrazia, questi si sono ritrovati sanzionati da un tributo che fin’ora non è mai stato applicato e questi sono, giustamente, arrabbiatissimi.
L’amministrazione non si è dimostrata propensa ad aiutare il commercio locale, ma si è trovata a chiede di pagare tasse fino ad oggi mai fatte pagare, ovvero quelle sulla pubblicità.
Quel che stupisce è il modo in cui questo è avvenuto: in un momento di forte crisi economica, l’Amministrazione avrebbe dovuto dialogare con tutti, incontrare commercianti,
artigiani, associazioni di categoria, percepire gli umori e capire le difficoltà di chi esercita un’attività economica nel paese. Da quel che ci risulta, molti non avevamo ricevuto alcuna
notizia sulla volontà dell’amministrazione di procedere a questa sorta di battaglia tributaria.
Ci dica l’Amministrazione: quali attività sono state messe in essere per dialogare con i commercianti? In che modo questi sono stati avvisati? Sono stati avvertiti che sarebbe stato possibile sanare le posizioni senza sanzioni? Lo spieghino ai cittadini.
Non ci aspettiamo di certo che finiscano le sorprese, abbiamo visto più volte questo modus operandi: l’arredo di Piazza Torre di Berta ne è un esempio. E non ci aspettiamo di certo un passo indietro, in quanto l’atteggiamento dimostrato sembra da un lato
superficiale ma dall’altro presuntuoso nel voler procedere, anche contro la sensibilità dei cittadini.

 

»Iscriviti alla nostra newsletter!«