Pieve Santo Stefano - Varie - 8 dicembre 2009

Motori: cronoscalata tricolore 2010, prima gara Pieve – Passo dello Spino

Alla 38ª edizione della cronoscalata automobilistica Pieve Santo Stefano-Passo dello Spino l'onore di inaugurare il tricolore 2010 della montagna con appuntamento fissato per venerdì 30 aprile, sabato 1° e domenica 2 maggio. La conosciuta e apprezzata salita, che si disputa in Valtiberina Toscana lungo i 6.940 metri della provinciale 208 da coprire in due manche e che ha subito riacquistato la titolarità di prova di campionato italiano dopo un solo anno di retrocessione nel Tivm, sarà infatti la prima in calendario fra le 12 che assegnano i punti per il titolo italiano della specialità. Così è stato deciso a Roma durante l'annuale riunione nella sede della Csai. Perchè questa anticipazione di due settimane rispetto al periodo canonico di metà maggio? La risposta è nella richiesta – accolta – di posticipo delle due prove siciliane anch'esse valide per il campionato: la “Monte Erice” (che ha priorità di scelta della data poiché concorre anche all'Europeo) e la “Coppa Nissena”, che - per facilitare la logistica delle trasferte dei piloti - beneficiano di due domeniche consecutive, in questo caso il 16 e il 23 maggio. Lo Spino, che in genere seguiva almeno una delle due gare, adesso le anticiperà e fin da ora vede riempirsi l'attesa degli appassionati per l'esordio sui suoi tornanti del prossimo CIVM (Campionato Italiano Velocità Montagna). Scuderia Etruria e Pro-Spino Team, che organizzano assieme la manifestazione, anticiperanno di qualche settimana i lavori preparatori, con la speranza che nel frattempo anche la primavera atmosferica abbia fatto il suo ingresso nei giorni in cui i protagonisti scalderanno i motori. E saranno di sicuro oltre 200, perché comunque la voglia di cimentarsi su questo tracciato supera qualsiasi altra ragione e perché all'ideale suono della campanella non mancherà proprio nessuno, non dimenticando la partecipazione anche delle auto storiche e delle E3, ossia delle scadute di omologazione. A impinguare l'elenco degli iscritti (e degli spettatori) potrebbe poi contribuire benissimo l'assenza di concomitanze di qualsiasi genere: nessuna prova di campionato europeo né su pista è in programma in quel week-end, che oltretutto abbraccia due giornate festive segnate in rosso. Per l'occasione, alcune vetture effettueranno proprio a Pieve Santo Stefano la verifica tecnico-sportiva “una tantum”, ragion per cui non è escluso che si possano anticipare le operazioni a giovedì 29 aprile. Di certo, sabato 1° maggio si disputeranno le prove ufficiali e domenica 2 la gara, alla quale gli organizzatori intendono invitare anche piloti stranieri, in attesa magari di “spuntare” un domani una titolazione internazionale come quella del Fia Challenge. A Pieve è già grande attesa per l'appuntamento di inizio maggio, che ha un illustre precedente datato 1971: anche in quell'anno (era la 7ª edizione) si gareggiò il 2 maggio e vinse l'austriaco Johan Ortner su Abarth 2000, stabilendo sul percorso lungo di 12 chilometri e mezzo quel record di 6'00”5 che sarebbe stato abbassato a distanza di cinque anni dal grande Mauro Nesti.

»Iscriviti alla nostra newsletter!«