Umbertide - Politica - 19 maggio 2017

Umbertide Cambia: Comune in difetto su controllo di gestione

Anche la Corte dei conti evidenzia i punti critici del controllo di gestione da parte del Comune

Il convincimento in politica è anche una virtù, ma quando sfocia nell’autoesaltazione diventa un limite e si travisa la realtà. Ciò è quello che sta succedendo al Sindaco e alla Giunta nei confronti della gestione del bilancio e della gestione strategica.
Questo Sindaco e questa Giunta soffrono infatti di una patologia amministrativa: quella dei controlli. Recentemente essi si sono lamentati con noi di Umbertide cambia perché abbiamo riportato quanto evidenziato dai Revisori dei conti sul bilancio comunale. Proprio per il rispetto che abbiamo del Collegio dei revisori, perché organo di garanzia e terzo – quindi né della maggioranza né dell’opposizione – abbiamo riportato i punti critici del bilancio che esso ha espresso tecnicamente, ma ai quali ancora Sindaco e Giunta non hanno dato risposta.
Come non bastasse, ora, un altro organo di garanzia, il massimo organo di garanzia contabile, la Corte dei Conti, non Umbertide cambia, ha sollevato qualche bel dubbio sul convincimento da parte dell’Ente sul controllo di gestione, riferito all’anno 2015. Infatti, con propria delibera del gennaio 2017, la Sezione regionale di controllo dell’Umbria, dopo contraddittorio con l’Amministrazione, ha segnalato alla Procura della Corte dei Conti (e, guarda caso, al Collegio dei revisori) il mancato espletamento da parte del Sindaco e della Giunta del controllo di gestione e strategico. In particolare, la Corte dei conti ha ritenuto non del tutto efficace il rapporto tra le risorse impiegate e i risultati raggiunti e dunque il grado di raggiungimento degli obiettivi. Inoltre la Corte ha evidenziato la mancanza da parte dell’Amministrazione del controllo della qualità dei servizi.
Insomma: la patologia da controllo da parte di questa Giunta non è un’invenzione di Umbertide cambia, ma una realtà che solo l’auto convincimento del Sindaco non riesce a vedere.

»Iscriviti alla nostra newsletter!«